• 1 AAAlinguistico.jpg
  • 2.jpg
  • 2a.jpg
  • 3.jpg
  • 3a.jpg
  • 4.jpg
  • 4abc.jpg
  • 50.jpg
  • 50a.jpg
  • IMG-20170301-WA0001.jpg
  • IMG-20170902-WA0001.jpg
  • IMG-20170902-WA0004.jpg
  • test01.jpg
  • test03.jpg
  • test04.jpg
  • test05.jpg
  • test06.jpg

Area utenti

L'AREA UTENTI E' RISERVATA AI SOLI INSEGNANTI IN SERVIZIO. Entra per consultare i documenti allegati agli articoli e quelli nel menu docenti/area riservata.

L'area utenti è riservata agli insegnanti in servizio al Liceo "Marconi".

Il pensiero del Marconi

Il pensiero del Marconi

E' on line il giornale del Liceo! 

Il giornale si intitola “Il Pensiero del Marconi”. Leggi la nostra presentazione e scarica l'ultimo numero! 

Leggi tutto...

Nora. Il silenzio deve tacere.

Un sabato speciale per la nostra scuola!

Il nostro liceo ha aperto le porte sabato 20 gennaio dalle 15.30 alle 18.30 , per la presentazione del romanzo breve di Amalia Bonagura  “Nora. Il silenzio deve tacere” (edizioni Iuppiter), tratto dalla sceneggiatura di una pièce teatrale. 

A fare gli “onori di casa” accogliendo gli importanti ospiti sono stati il dirigente scolastico, prof. Pierluigi Robino, e la prof.ssa Cristina Giorgi che hanno poi ceduto la parola al sindaco di San Miniato, Vittorio Gabbanini, alla vicesindaco ed assessora alla scuola del comune, Chiara Rossi, alla dott.ssa Amalia Bonagura, autrice del romanzo, a P.Pizzimenti, vicequestore aggiunto della Questura di Pisa, a Riccardi, luogotenente-comandante NORM della Compagnia dei Carabinieri di San Miniato, ed all’avvocata E.Forfori, presidente dell’associazione Frida di San Miniato. 

 

Alcuni brani del romanzo sono stati magistralmente recitati da S.Morelli, attrice del gruppo teatrale Four Red Roses di Castelfranco, accompagnata da M.Vignozzi e Y.Tirabusi, duo violino e pianoforte dell’Accademia musicale di San Miniato Basso.

L’iniziativa ha avuto un notevole riscontro in termini di partecipazione.

Era, infatti, presente una nutrita rappresentanza di docenti della scuola, un buon numero di genitori, e soprattutto molti studenti, che hanno saputo cogliere la preziosa occasione che è stata pensata proprio per loro, perché, come ha detto all’inizio del pomeriggio il dirigente scolastico prof.Robino , “presto non sia più necessario parlare di violenza di genere e femminicidio, grazie alla formazione di una generazione di futuri cittadini che facciano del rispetto per l’altro il valore essenziale della propria vita”.

Tanti alunni delle classi terze, che già avevano letto il romanzo guidati dagli insegnanti, hanno approfittato della possibilità loro offerta per rivolgere all’autrice domande molto pertinenti e profonde, alle quali la dott.ssa Bonagura ha risposto in modo chiaro, dialogando con i ragazzi con grande disponibilità, e complimentandosi per l’attenzione e la perspicacia che hanno dimostrato nel saper cogliere il vero significato della storia narrata, senza fermarsi alla superficie del testo.

Alla fine dell’incontro, è stato offerto un piacevole buffet-aperitivo a tutti coloro che hanno dato vita a questo pomeriggio. 

Per gli studenti è stato un momento importante per la loro formazione personale. Per creare i presupposti per un futuro migliore, infatti, è fondamentale che certi argomenti vengano affrontati nella scuola, dove i ragazzi crescono, imparando a confrontarsi con se stessi e con la complessità del mondo in cui vivono, ed è bene che possano farlo in modo responsabile e consapevole.